IC UDINE VI

Una giornata indimenticabile!

Print Friendly, PDF & Email

“Sabato 30 novembre 2019 è stata una giornata indimenticabile! Gli alunni della scuola media
Bellavitis hanno partecipato numerosi alla Colletta Alimentare” (Nour) “al Bottegone, un
supermercato del nostro quartiere”. (Foster).

“La Colletta Alimentare è un’iniziativa che si fa ogni
anno, l’ultimo sabato di novembre, in quasi tutti i supermercati d’Italia da 23 anni” (Matilda). “Chi
fa la Colletta Alimentare è altruista” (Suad). “Chiedevamo alle persone che entravano per fare la
spesa se volevano partecipare alla Colletta: alcuni rifiutavano, altri dicevano di aver già donato,
mentre altri ancora accettavano” Lavinia). In questo caso davamo loro un sacchetto e un volantino
della Colletta e chiedevamo di comprare degli alimenti a lunga conservazione, ad esempio pasta,
olio, riso, salsa di pomodoro, merendine, succhi eccetera” (Nour). “Quando compravano del cibo ,
ce lo davano e noi lo mettevamo in alcune scatole che sarebbero andate ad associazioni che
l’avrebbero distribuito a chi non ne ha” (Lavinia). “È stato divertente e se avessi potuto sarei
rimasto lì più a lungo” (Foster). “È stata un’esperienza meravigliosa e, dato che mi è sempre
piaciuto aiutare le persone, partecipare a questa colletta per aiutarle è stato veramente bello!”
(Lavinia). “E' stato un pomeriggio faticoso ma, alla fine, siamo riusciti a racimolare un sacco di
cibo!” (Matilda)
“All’una di pomeriggio mi presento davanti al supermercato. Appena arrivo tutti mi salutano in
fretta: sono felici ma impegnati. Ci sono anche alcune prof che sono contente di fare quello che
stanno facendo perché io credo che chi prende parte a questa iniziativa ha un minimo di cuore.
Senza nemmeno pensarci e notando di avere due spiccioli in tasca, decido di comprare subito
qualche pacco di pasta per le persone che ne hanno bisogno. Quello che ho fatto mi ha reso molto
fiera. Mi sono anche divertita. Però alla Colletta Alimentare non bisogna solo divertirsi ma ci si
deve anche impegnare. Il messaggio che mi sento di darvi è che anche un piccolo gesto come quello
che ho compiuto io può cambiare il mondo” (Suad).
“Mi sono divertita un sacco perché ero insieme a tanti miei compagni, non solo di classe ma anche
di scuola, quindi ho potuto comunicare con persone con cui, di solito, non parlo molto. È stata
davvero un’esperienza che rende felice una persona, perché tutti gli sforzi fatti non finiscono
all’aria, ma servono per aiutare concretamente delle persone che hanno bisogno di una mano più di
noi.
Vorrei che la Colletta Alimentare ci fosse ogni giorno!” (Nour)